Terapia e approccio chirurgico ernia crurale

La terapia dell’ernia crurale è esclusivamente chirurgica. L'approccio può essere per via laparoscopica in anestesia generale, oppure in anestesia locale con un'incisione a livello della regione crurale o inguinale. La riparazione del difetto della parete addominale può essere eseguita tramite una plastica con punti di sutura (e quindi senza protesi) se il difetto è di dimensioni molto piccole, o, più frequentemente  può richiedere il posizionamento di una protesi o rete che può essere riassorbibile (biologica o sintetica) o non riassorbibile (sintetica) a seconda della situazione individuale, dell'anatomia chirurgica e quindi ancora una volta una chirurgia su misura (Tailored surgery)

Nella foto in alto: 1. aponeurosi del muscolo obliquo esterno - 2. legamento rotondo - 3. fascia cribriforme incisa - 4. sacco erniario - 5. vena femorale ricoperta dalla guaina vascolare.
[Enciclopedie Médico-Chirugicale I 40-107 - Elsevier Masson].

Nelle immagini: Sequenza chirurgica della riparazione di un'ernia crurale

Immagine 1

Immagine 1

Ernia crurale
Immagine 2

Immagine 2

Una pinza è inserita nel buco dell'ernia crurale dopo che questa è stata ridotta all'interno
Immagine 3

Immagine 3

Riparazione dell'ernia con una protesi/rete assorbibile a lento riassorbimento

Stampa Email